leonardo,trevisan,trevileo,arte digitale,quaz-art,arte sperimentale,arte contemporanea,artisti contemporanei,arte d'avanguardia

  • Leonardo Trevisan Trevileo
  • Leonardo Trevisan Trevileo
  • Leonardo Trevisan Trevileo
CONDIVIDI QUESTO ARTISTA
x

Contatta Leonardo Trevisan - Trevileo

Richiesta Informazioni

Accetto le condizioni sulla privacy Si No

 

Trascrivi il codice

Leonardo Trevisan nasce a Venezia nel 1944. Ha vissuto in un ambiente familiare semplice e modesto e adorava essere a contatto con la vita agreste.  Diplomato al Conservatorio “B. Marcello” di Venezia sotto la guida del concertista pianista Gino Gorini e del maestro Ugo Amendola, con il quale ha seguito anche il corso di composizione. Ha sempre manifestato particolare interesse per la teoria musicale, l'ascolto terapeutico, la didattica e la città archeologica di Altino madre di Venezia. Cultore dell'arte visiva contemporanea, della COMPUTER ART e dei tracciati stradali romani Via Annia e Claudia Augusta. Nel tempo ha maturato buona esperienza come compositore, ricercatore, scrittore, direttore di coro, insegnante, relatore e docente a corsi di abilitazione professionale e di formazione docenti, direttore artistico e regista di manifestazioni d’arte varia. Partecipe a diverse trasmissioni televisive (RAI-TV nazionale e non) e si è sempre evidenziato come valente organizzatore di occasioni d’incontro tra gli anziani e soprattutto i preadolescenti cercando di rinforzare il loro dialogo con la cultura, con la famiglia, con la scuola e con le altre espressioni sociali. NEGLI ANNI SI SONO EVIDENZIATE LE SUE PROPOSTE INNOVATIVE: > Cultura musicale generale armonia complementare - Conservatorio Musicale di grado universitario dal 1968. > Il canto corale nella scuola veneziana dal 1972. > La musica per la gravidanza e il neonato dal 1980. > Il pentagramma Betba dal 1986. > Scuola, famiglia e territorio “il progetto arcobaleno” dal 1986. > Il Premio Altino dal 1992. > La musica popolare come ascolto terapeutico per anziani dal 2009. > COMPUTER ART TREVILEO dal 2010.

Portfolio

Viviamo in un mondo dove tutto è possibile. Anche riplasmare la realtà assecondando i propri umori e le fantasie più colorate. Il computer è diventato pure questo, il nuovo braccio dell’artista contemporaneo, pronto a usare programmi sofisticati per reinterpretare gli ambienti più noti, oppure per creare sculture digitali e oggetti di design in vetro, ceramica o plexiglass. Leonardo Trevisan, artista e musicista veneziano noto con lo pseudonimo Trevileo, ha in questi giorni arricchito la sua galleria virtuale. La galleria si articola in due ambienti che ospitano diversi momenti espressivi. Il primo insegue l’incanto delle sue sculture digitali, realizzate sullo sfondo di fotografie scattate, con una macchina fotografica amatoriale o cellulare, durante viaggi in varie parti del mondo. “Fotografo un particolare o un luogo spesso molto amato e vissuto”, ci racconta l'artista, “Subito immagino di collocare e sviluppare in quelle foto le sculture digitali con i loro colori e le loro sfumature di luce. Ogni dettaglio viene memorizzato, impresso nella mia mente e, una volta rientrato nel mio studio, realizzo l’opera digitale usando le tecniche della computer art. Le sculture si fondono nello spazio e il visitatore online ha poi la possibilità di provare la stessa emozione che io provo mentre fotografo”. Il secondo ambiente è dedicato alle immagini digitali, che scaturiscono da situazioni e umori diversi. Una volta di fronte al computer, Trevileo comincia a rielaborare i suoi materiali fotografici lasciandosi ispirare dalle suggestioni che riceve dal computer (colori, linee e segni grafici), e in seguito, dopo aver fuso queste due componenti in un unico “quadro”, crea la sala virtuale per esporle. La visione di queste gallerie virtuali è sempre accompagnata da un sottofondo musicale che aumenta la piacevolezza delle sensazioni. Si tratta di un tipo di musica puramente “melodica”, che non presuppone l’uso dell’armonia, ma è intessuta di suoni tra di loro correlati solo dalla durata. Per le sue composizioni Trevileo si avvale di due innovativi metodi didattici da lui stesso ideati, “Il pentagramma Betba” e “L’informatica musicale”. Oltre alla visione delle opere con il computer o la televisione, un altro modo per fruire di questa nuova forma di espressione artistica può essere quello di inserire le immagini in uno schermo piatto da appendere al muro come si trattasse di un quadro, oppure di proiettare le immagini sulle pareti, per animare gli ambienti con particolari effetti di luce. Francesca Gambino

Artisti in Evidenza

Iscrivendoti alla nostra newsletter tutte le novità ti verranno notificate via e-mail

+ Servizio di Newsletter

Iscrizione Cancellazione

ULTIME IMMAGINI CARICATE

artisti digitali su quaz-art il portale d'arte d'avanguardia matte painting e compositing, tecniche di illustrazione fotografia sperimentale, surrealismo, pittura digitale articoli sull'arte moderna, recensioni e critiche rilfessioni sull'arte contemporanea, futurismo fotorealismo in arte digitale, arte digitale collages fotopittura illustrazioni arte contemporanea grafica art-design collages fotopittura illustrazioni fonti di ispirazione arte digitale su quaz-art fonti di ispirazione surrealismo

L'Avanguardia Futurismo Surrealismo Arte Digitale Pittura Digitale Matte-painting Arte Generativa Cos'è l'arte digitale?

Il browser da te utilizzato non rispetta gli standard di sicurezza necessari per navigare questo sito. Per la nostra (e la tua) incolumità ti consigliamo di navigare utilizzando un browser più recente:

 

» Scarica l'ultima versione di Google Chrome

» Scarica l'ultima versione di Firefox

Per motivi di sicurezza non è possibile navigare questo sito senza l'ausilio di Javascript; che tu stia utilizzando un dispositivo di tipo mobile o desktop ti consigliamo di spuntare la voce relativa dalle impostazioni di navigazione.